Semalt rivela come il CTR si riferisce al posizionamento della tua pagina web

Chiunque desideri prosperare nel marketing online può chiedersi l'effetto della percentuale di clic organici (CTR). Per quanto i marketer e gli individui stiano facendo analisi delle tendenze, prova a superare in astuzia i tuoi concorrenti seguendo le tendenze SEO. Tuttavia, i brevetti di Google e le teorie concorrenti rimangono sconosciuti non appena non svelano apertamente i criteri del loro algoritmo. Ma quello che sappiamo per certo è che il CTR influenza la classifica come fattore indiretto.

Tuttavia, le tendenze nel marketing online portano un quadro diverso. Ad esempio, CTR controlla i fattori di ranking di Google. Molti esperti di marketing digitale cercano di sfruttare al meglio questa funzionalità. In questo articolo, Jason Adler, il Customer Success Manager di Semalt rivela diverse differenze tra CTR e classifica, spiegando come vengono abbandonati. Ci sono anche suggerimenti essenziali che aiuteranno la tua percentuale di clic (CTR) di Google a funzionare bene sulle SERP organiche.

In che modo il CTR influenza la classifica

  • Per classificare i siti Web in modo efficace, dovrebbero esserci criteri per mettere in ordine i siti Web. Pertanto, Google utilizza informazioni come i dati sui clic. Il CTR influisce sulla percentuale di clic dei risultati SERP. Di conseguenza, i siti Web con il maggior numero di clic vengono posizionati in alto, mentre quelli con pochi clic vengono posizionati in basso. L'algoritmo è impostato per considerare il contenuto con un gran numero di clic pertinenti. La maggior parte dei motori di ricerca applica questi criteri nei loro algoritmi di ricerca. Google consiglia ai blogger di essere importanti nella pertinenza dei contenuti. Man mano che il contenuto diventa coerente, si verificano clic. Questi clic consentono al sito Web di ottenere una ricompensa di una valutazione eccellente, migliorando così i risultati SEO.
  • In secondo luogo, Google dipende dal CTR come criterio di visualizzazione di OneBox. Un sito Web deve avere un CTR minimo per ottenere un OneBox sul proprio sito Web. Google ha un sistema automatico che esamina le percentuali di clic (CTR) per presentazione OneBox per query. Questo fenomeno può spiegare alcune delle fluttuazioni stagionali nella classifica di un determinato sito Web o pagina. Ad esempio, una pagina Web può funzionare bene oggi, ma non con successo domani. Di conseguenza, i marketer digitali dovrebbero utilizzare la rilevanza come fattore chiave. Mantenere il CTR può mantenere un posizionamento del sito Web abbastanza bene nei motori di ricerca.
  • Il sito Web dovrebbe avere una percentuale di clic decente. Il coinvolgimento del sito è fondamentale per le informazioni che richiedono un posizionamento. È importante assicurarsi che le persone che fanno clic sul collegamento al tuo sito Web interagiscano con esso per un periodo sostanziale. Il CTR migliora l'autorità della pagina grazie alla pertinenza, che migliora il tuo posizionamento. Affinché CTR abbia il massimo beneficio dal SEO, è necessario organizzare bene il contenuto del sito Web in titoli e meta tag. Google classifica i siti Web in base alla pertinenza dei tuoi contenuti. Grandi contenuti hanno una percentuale di clic elevata. L'algoritmo di Google utilizza questa funzione per differenziare la posizione che merita un determinato sito.

Conclusione

Gli esperti di marketing online possono discutere all'infinito se il CTR di Google abbia o meno un impatto sui risultati dei motori di ricerca. La verità è che CTR, in effetti, aiuta il sito Web ad essere classificato più in alto. Tuttavia, potrebbe essere difficile comprendere la relazione tra CTR e SEO. Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato a capire la relazione tra queste due costanti e i modi in cui puoi far sì che le tue percentuali di clic (CTR) di Google funzionino bene sulle SERP organiche.

mass gmail